WhatsApp Image 2018 05 28 At 14.40.29

Solidarietà in salute

Il progetto “Solidarietà in salute” nasce in collaborazione con la Fondazione Vita & Salute, con l’obiettivo di promuovere e condividere uno stile di vita sano. Si realizza attraverso un approccio informativo e formativo destinato alle famiglie che ADRA Italia sostiene nei coordinamenti di volontariato distribuiti in diverse città italiane. Questa è la volta del coordinamento di ADRA Jesi. Il progetto si realizza in due tappe. La prima prevede un check-up sul proprio stato di salute, grazie anche alla collaborazione ed alla presenza di medici volontari che collaborano con la Fondazione Vita & Salute.

La seconda tappa è dedicata all’alimentazione e si svolge attraverso una conferenza informativa sulla dieta alimentare, contemporaneamente ad una dimostrazione di cucina sana con prodotti a basso costo. 

Sabato 25 maggio, nella  Sala Maggiore del Palazzo dei Convegni di Jesi, oltre 30 famiglie hanno partecipato al percorso “Solidarietà in salute” organizzato da ADRA Jesi. Queste famiglie rappresentavano varie nazionalità presenti nella cittadina. 

Simona Smecicas, studentessa in Scienze e Tecnologie Alimentari ha fatto una rapida carrellata su quello che è necessario mangiare per stare in salute; cosa poter fare per evitare alcuni disturbi.

Salvatore Gelso, cuoco della casa di riposo “Casa Mia” ha preparato e cucinato delle ricette utilizzando i cibi che di solito sono donati durante la distribuzione alimentare di ADRA Jesi.  

 “Questo per evitare sprechi alimentari e per far capire alle famiglie ciò che possono variare nella loro dieta con alimenti che contengono il totale apporto nutritivo. L’attività va al di là dell’assistenzialismo, si vuole accompagnare l’assistito in senso lato, anche in una comprensione e promozione di uno stile di vita sano” spiega Monia Cicarelli coordinatore locale ADRA Jesi.

 

Una delle partecipanti ha commentato “io sono brava a cucinare, cucino tante cose, la cosa nuova è stata il frullato misto, mescolando sedano con la mela e le carote; oggi ho già cucinato ma domani lo preparerò”. E’ stato dato in dono un ricettario che sarà completato nelle prossime settimane quando ogni lunedì oltre alle normali eccedenze per chi ha partecipato ritirerà in più un sacchetto con all’interno una delle ricette e tutti gli ingredienti per realizzarlo.

Nella sede di ADRA Jesi seguirà una terza tappa dedicata alla cura del corpo, grazia alla collaborazione di un osteopata che potrà fornire delle linee guida per la postura soprattutto dei bambini. 

This Post Has One Comment
  1. E’ stato tutto molto interessante, spiegato sia nella teoria che nella pratica in maniera semplice ed esauriente. Un grazie di cuore per queste iniziative sempre all’insegna della solidarietà.

I commenti sono chiusi.

Solidarietà in Salute

SOLIDARIETÀ IN SALUTE è il progetto attivato in partnership tra la Fondazione Vita e Salute e ADRA Italia, che vuole unire alla distribuzione alimentare anche la prevenzione della salute delle persone e delle famiglie destinatarie di tale distribuzione.

Dal dialogo costante con gli assistiti di Adra, che da più di dieci anni sostiene le fasce povere del tessuto sociale, è infatti emerso che la maggior parte di essi trascura la propria salute e la propria alimentazione.

Quindi, dall’esigenza di restituire valore alla persona e rispondere a un bisogno da sempre trascurato, nasce il progetto SOLIDARIETÀ IN SALUTE che sarà attivo da Gennaio 2017 presso 10 dei centri di distribuzione alimentare ADRA. Grazie ai volontari della Fondazione Vita e Salute, ai destinatari del pacco alimentare sarà data la possibilità di accedere a percorsi dedicati per conoscere eventuali problemi di salute e acquisire le informazioni necessarie per poterli affrontare. Il totale dei beneficiari sarà di circa 600 persone.

Obiettivo del progetto è valorizzare l’interesse e la cura per l’individuo nella sua totalità, mettendo in essere azioni volte a migliorare il benessere psico-fisico e le abitudini alimentari degli assistiti della distribuzione alimentare; ma anche formando le persone affinché abbiano strumenti adatti alla loro condizione reale per gestire in modo sano la propria alimentazione e quella della famiglia. In questo modo potrebbero risolvere o prevenire alcuni tra i numerosi problemi di salute causati da una malnutrizione, come ad esempio il diabete, l’invecchiamento precoce, il sovrappeso e l’obesità.

Il progetto prevede due percorsi di check-up, denominati SalutExpò che comprendono la misurazione della glicemia, colesterolemia, pressione e picco di flusso. Saranno realizzati con un intervallo di sei mesi grazie ai volontari della Fondazione Vita e Salute, svolti con professionalità, igiene ed efficienza e nel pieno rispetto delle normative di legge; colloqui personalizzati con medici professionisti e collaboratori abituali della Fondazione Vita e Salute che, in base ai risultati del percorso SalutExpò, valuteranno lo stato di salute complessivo dell’assistito fornendo consigli pratici sulle problematiche evidenziate; corsi pratici di “sana alimentazione a basso costo” svolti da professionisti del settore, con fornitura di un ricettario vario e bilanciato che permetta agli assistiti di applicare nella quotidianità familiare, in modo semplice ed economico, le nozioni apprese; un costante monitoraggio da parte dei volontari di ADRA Italia relativamente alla risposta degli assisiti al programma e ai cambiamenti riscontrati nella loro vita in seguito all’adesione al programma “Solidarietà in Salute”.

Puoi sostenere il progetto donando:

Con PayPal o Carta di Credito

In Posta

con un versamento
sul nostro c/c postale.

160 800 04 intestato a ADRA Italia

Lungotevere Michelangelo, 7 – 00192 Roma

Comunicaci i tuoi dati per usufruire
degli sgravi fiscali.

In Banca

con un versamento
sui nostri c/c bancari

IBAN: IT 95 E 01030 03203 000000866909

Dall’estero: BIC/SWIFT: PASCITM 1 RM3

Comunicaci i tuoi dati per usufruire
degli sgravi fiscali.

Scegliendo di sostenere ADRA Italia
potrai usufruire di Agevolazioni Fiscali

ADRA Italia è una O.n.l.u.s. (Organizzazione non Lucrativa di Utilità Sociale), quindi le donazioni effettuate in nostro favore, da privati e aziende, possono godere di benefici fiscali. Per poter usufruire delle agevolazioni è importante conservare la ricevuta del versamento effettuato.

Persone fisiche e imprese

Le donazioni effettuate a favore delle O.n.l.u.s. possono essere detratte nella misura del 26%, fino ad un massimo di 30.000 euro oppure dedotte per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo, nella misura massima di 70.000 euro annui.

Share This

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi