skip to Main Content
Tutti I Bambini Del Mondo A Scuola. Presentata La Seconda Fase Della Campagna

Tutti i bambini del mondo a scuola. Presentata la seconda fase della campagna

ADRA insieme alla Chiesa avventista mondiale  hanno annunciato la seconda fase della campagna “Tutti i bambini del mondo a scuola”. L’iniziativa congiunta mobiliterà il sostegno dei governi nei Paesi di tutti i continenti tramite gli oltre 22 milioni di avventisti, scuole e partner  per influire su un cambiamento positivo e permettere a ogni bambino di avere accesso all’istruzione.

La prima fase del progetto è iniziata a ottobre 2019, con una campagna per raccogliere 1 milione di firme online entro il 2020, al fine di sensibilizzare e sostenere bambini, adolescenti e giovani a livello globale, privi di istruzione. Secondo l’ultimo rapporto Unesco, un bambino e un giovane su cinque non vanno a scuola; e la pandemia da coronavirus è responsabile della più grande interruzione scolastica della storia, che colpisce 1,6 miliardi di studenti in più di 190 Paesi, in ogni continente.

La campagna “Tutti i bambini del mondo a scuola” ha superato l’obiettivo di 1 milione di firme nel luglio di quest’anno. ADRA e gli avventisti di circa 200 nazioni, in Africa, Asia, Europa, Americhe e Australia, hanno promesso il loro sostegno per invitare i leader mondiali, i governi locali e chi prende le decisioni ad agire per migliorare l’istruzione dei minori.

“Abbiamo gettato le basi per la prossima fase di questa campagna. Ora abbiamo un’opportunità unica di concentrarci su un problema che ha colpito quasi tutti i bambini nel mondo durante la pandemia, un problema che peggiorerà solo se non ci si fa avanti e si parla. Questo è il motivo per cui, in collaborazione con la Chiesa avventista globale, ci rivolgeremo ai leader di governo, ai legislatori e ai cittadini per sostenere maggiori investimenti nell’istruzione e un migliore accesso a tutti i bambini, in modo che possano svolgere un ruolo forte nella costruzione di comunità e nazioni sane e prospere” ha spiegato Michael Kruger, presidente di ADRA.

“È tempo di incoraggiare i leader mondiali e i responsabili politici a valorizzare l’istruzione e ad apportare i cambiamenti necessari per soddisfare le esigenze educative dei minori di tutto il mondo. Dobbiamo lavorare insieme per consentire ai bambini di avere una formazione scolastica e vivere liberi dallo sfruttamento e dalla povertà” ha concluso.

“La pandemia del Covid-19 ha creato difficoltà ancora maggiori ai bambini più vulnerabili. Il 94% della popolazione scolastica del mondo è stata colpita da questa crisi. È nostra responsabilità, come Chiesa globale, prenderci cura dei bambini come Dio si prende cura di noi” ha affermato Ted N. C. Wilson, presidente della denominazione a livello mondiale.

Priorità 
Le tre priorità chiave della seconda fase della campagna si concentreranno su:
– aumentare i finanziamenti per l’istruzione nei Paesi in via di sviluppo;
– aumentare gli aiuti esteri tra le nazioni ricche per sostenere l’istruzione nei Paesi a basso reddito;
–  migliorare l’inclusione scolastica e sociale agli studenti emarginati, in particolare ragazze e bambini con disabilità.

 HopeMedia Italia

Share This
Back To Top